La mia storia

Solitudine. Tristezza. Ansia. Noia. (7° giorno pt)

Oggi è il compleanno di Marito. Nessuno dei due ha voglia di festeggiare.

Ho preparato un post orribile.
Ma lo tengo da parte, per pubblicarlo al momento giusto.
Orribile non perché sia scritto male, intendiamoci. Lo sapete che curo molto la forma.
Orribile perché è rabbioso. E triste. Perché parla dell’ingiustizia della vita. Della mia vita. Della famiglia che non ho mai avuto e di quella che non mi è stato concesso di costruire. Della domanda che mi assilla da decenni.

Ma è inutile parlarne ora. Lo tengo da parte per venerdì.
Sì, lo pubblicherò dopo aver ritirato le risposta delle beta e aver letto il solito, straziante numero: ZERO

Pubblicarlo adesso non avrebbe senso. Se lo leggesse Marito (e ora che gli è venuta la mania dei blog è molto probabile) mi darebbe dell’idiota.
E anche voi, probabilmente. Perché durante la cova non ha senso essere tristi o pessimisti. O arrabbiati.

Non so cosa stia succedendo nel mio corpo. Potrebbe andare tutto bene. Venerdì potrei avere il test di gravidanza positivo e un numero altissimo e bellissimo delle beta. Sì. Potrei. Ho paura a crederlo. Mi viene da ridere. Una risata ironica. Perché quella di poter essere incinta – che IO possa essere incinta – mi sembra una battuta degna di Zelig.

Settimo giorno post transfer.

La solitudine, la tristezza, l’ansia e la noia mi stanno divorando. Dormo, guardo dei film, tento di scribacchiare un po’.
E’ difficile, però, non riesco a concentrarmi. Dormire sembra la cosa più facile. Quando dormo non penso. E, dormendo, il tempo passa più velocemente. Gli unici effetti collaterali sono il mal di schiena e la sensazione di stare sprecando le giornate. Ma cos’altro potrei, dovrei fare?

Non ho sintomi particolari. Un po’ di crampetti al basso ventre, non sempre, ma spesso. Potrebbero essere causati dal progesterone. O trattarsi di un dolore premestruale. Ho sempre freddo, ma io in effetti sono molto freddolosa. Ho fame. Tanta fame. Penso anche per il fatto di aver smesso di fumare da un momento all’altro. Non avete idea di quanta voglia avrei di una sigaretta.

Se dovesse andare male di nuovo, penso che batterei un record.
Ancora lontana dai trent’anni, sarebbero 4 tentativi di PMA falliti.

E pensare che c’è chi rimane incinta senza neppure volerlo – oops. Ho amici e conoscenti che ce l’hanno fatta al primo tentativo di PMA.
Chissà che cazzo ho fatto di male nella mia vita. Boh. Forse ero un gerarca nazista, prima.

Lo so che non c’è nessuna legge che dice che, chi più tenta, più ha diritto a farcela.

Quello che mi da fastidio è che, fin da bambini, il mondo ci inganna dicendo che il duro lavoro verrà sempre ricompensato, che volere è potere, che bisogna lottare per i propri sogni, che il bene che si fa ti torna sempre indietro…
Stronzate.

E negli ultimi anni, quanti mi hanno esaltata per niente dicendo: “Ma sei così giovane, avrai due gemelli, ce la farai subito!”

Mi auto censuro e non condivido cosa vorrei dire a queste persone, ora.

Anche qui sul blog, quante di voi mi hanno detto: “Se ce la fanno tante coppie, perché voi no?”

Già. Perché no?

Perché non c’è nessun destino, nessuna legge divina, nessun momento giusto.

E’ tutto in mano al caos. E, se una persona come me ce la fa, non è per giustizia divina o chissà che, ma per puro, semplice culo.

Che io non ho. Che non ho mai avuto. Cioè, fisicamente sì, ma metaforicamente no.

Spero solo di non dover pubblicare quell’orribile post.

Annunci

26 thoughts on “Solitudine. Tristezza. Ansia. Noia. (7° giorno pt)

  1. mi sembra di leggere il mio pensiero…
    a me è andata male per la terza volta,spero che a te vada meglio,almeno gioirò di riflesso! xxx

  2. non riesco a trovare parole di conforto in questo momento. Perchè hai assolutissimamente ragione. In questi anni ne ho viste di tutte, da chi aveva un marito senza nemmeno uno spermatozoo decente e ce l’ha fatto al primo tentativo a chi, senza nessun problema riscontrato e un’età ideale, ci prova per anni e anni senza ottenere nulla. L’unica cosa che si può fare è tentare di non essere negative al 100%, perchè la negatività fa male in primis a noi. Io resto comunque incrociatissima per voi

  3. ..questo post mi rispecchia così tanto che posso solo dirti che ti capisco perfettamente.Ho 28 anni e anch’io tre tentativi di PMA falliti alle spalle..penso in effetti sia tutta una questione di culo, però anche di tentativi..più ne fai, più possibilità hai che ad un certo punto vada bene..si, sono sicura arriverà per noi anche quel bellissimo momento…intanto ti abbraccio e aspettiamo le beta incrociando l’incrociabile!

    1. Da una parte sono felice che qualcuno mi capisca… A volte penso di essere l’unica a capire i miei pensieri così ingarbugliati… D’altro canto, il fatto che tu possa capirmi significa che anche tu stai passando lo stesso dolore, e io credo che nessuno su questa Terra si meriti una cosa del genere. Un abbraccio anche a te

  4. ciao, solo ki fa o ha fatto la pma puó capire. comprendo il tuo stato lo é stato anke il mio in quei giorni. tu dici di no x non avere delusioni, e solo sperare di essere incita fa paura quasi a pensare di non meritarlo. lo so, ma non cambierá nulla ….io non pensavo e ridevo sempre mi decevo ke ero forte
    poi ho pianto tutto il giorno. tieni duro

  5. eccolo qui il classico atteggiamento da 7pt! o come dico io il momento in cui ci imbottiamo il sedere! il momento in cui ci troviamo a metà strada e in cui cominciamo a proteggerci dalla botta per terra… lo conosco molto bene… ci sono passata già 4 volte… è il modo che mettiamo in atto per difenderci dalla delusione… perché sperarci tanto e affrontare il verdetto con serenità e gioia ci renderebbe infinitamente più tristi se quel numerino sull’esito delle beta non rispecchierà il nostro desiderio… credo sia del tutto normale… ci diciamo che se siamo già preparate alla delusione questa forse può essere più lieve… ma non è così! la delusione è delusione e la felicità è felicità. niente ci prepara perché ogni momento della nostra vita è unico e irripetibile. ma sai che c’è? hai fatto tutto ciò che potevi per far filare tutto liscio… quindi non c’è motivo per cui non debba andare! ogni tentativo ha le stesse possibilità di successo… e se il momento-culo fosse proprio ora? ci ripetiamo sempre “prima o poi” e se il prima o il poi fossero ora? e perché no! non è una frase banale è la verità! mi incrocio per te… per noi donne diversamente fertili che se lo meritano un pochino di più se non altro per la strada ripida che dobbiamo percorrere 🙂

  6. ……. mi hanno appena chiamata…..beta negative…. come te ho passato giorni da inferno nel PT passavo a momenti in cui ero positiva al massimo e momenti che il solo pensare che potessi essere incinta mi sembrava una cosa assurda a “troppo bella per essere vera”…e come si è notato infatti non era vero,,,,
    sono circa 14 anni che provo ad avere questa creatura ma pare proprio che ero una tua collega gerarca di qualche cosa…
    tutte le domande che mi frullano in testa da anni il perchè soprattutto di una cosa che dovrebbe essere naturale a certe persone non sia concessa e debbano attraversare punture di ormoni, gambe all’aria e visite e tanto altro per non avere la certezza del niente.
    ti sono vicina e tifo per il tuo top model!!!!
    farsi troppe domande cercare di capire perchè certe persone non lo vogliano ed arrivi, altre che appena pensano di volere un bambino e sono già incinte e col pensiero decidono pure il sesso…assurdo
    cit.
    “la mia, è un esperienza che la maggior parte delle donne, quelle che hanno figli, non provano nella vita, cioè il dolore intensamente femminile che si accompagna al terrore che quei bambini non possano mai venire al mondo”
    Da quello che ho letto anche se non ti conosco sei una persona straordinaria il fatto che mi hai aiutato in un momento così difficile regalandomi un sorriso ti rende una persona meravigliosa …..CREDICI NON PERDERE MAI LA SPERANZA….. non si sa mai che la nostra vita precedente la smetta di interferire con l’attuale

  7. Hai ragione sai??? nella vita è tutta una questione di culo. Tu puoi rincorrere i sogni quanto vuoi, ma se non un pizzico di fortuna, di congiunzione astrale, nulla capita.
    Io mi auguro di non leggere il post

  8. Be Eva, per cercare di tirarti su il morale,posso dirti che spero che il piccolo prenda da la capacità di essere ironico anche nei momenti difficili. Per tutto il resto, ti capisco. Non mollare.

  9. Non posso reclamare molto contro la fortuna, almeno per adesso, visto che la strada è ancora lunga. Ho sempre letto e commentato i tuoi post, non vorrei smettere adesso!!
    Che le cose non vadano come dovrebbero, la maggior parte delle volte, lo sappiamo bene. Questo però non deve essere un motivo per buttarsi giù, non prima del tempo. No, non sono una persona positiva, anzi, mi girano le palle la maggior parte del tempo e mi butto giù facilmente. Inoltre il post transfer è una merda, io sono stata male e non solo fisicamente.
    Una cosa però mi sento di dirtela, così come poche settimane fa è stato detto a me. Credici.
    Lo so che il primo tentativo è vissuto diversamente, ma c’è chi è arrivato al primo e chi al quarto. Hai cambiato centro, fidati del lavoro di questi nuovi professionisti. Io li ho scelti accuratamente e così avrai fatto tu, anche se sappiamo che questo non è necessariamente determinante.
    Spero sia il momento della tua botta di culo. Spero in un bel positivo. Spero di non leggere mai quel post e che tu lo possa buttare nel dimenticatoio presto.
    Ti abbraccio forte

  10. Confermo il post transfer é una merda! Io sono al mio primo…e spero anche l’ultimo! Ma il negativo pensiero mi avvolge manco fossi la moglie di Leopardi…continuo a ripetermi: saranno gli ormoni! O forse é solo tanta tanta paura perché mi sto giocando l’unica chance della mia vita di diventare mamma di pancia! Per me non ci sarà un’altra opportunità per riprovare, non c’è altro “materiale” su cui lavorare e l’eterologa non é la scelta giusta per colmare il NOSTRO desiderio! Più ti leggo (e questi giorni mi sto facendo una bella scorpacciata dei tuoi post precedenti) e più mi ritrovo in quello che scrivi, che pensi, che vivi. Purtroppo non é consolante sapere che tante altre persone stanno male come te e vivono questa situazione mentre altre (e fidati io ne sono circondata) riescono con una facilità snervante…e spesso senza volerlo! Comunque spero che questo periodo passi velocemente ( o forse no, da una parte voglio credere di essere incinta fino a prova contraria…potrei esserlo solo x 12 giorni) e soprattutto spero di non leggere il tuo post orribile. Sarei sinceramente contenta x te se questo fosse finalmente il tuo momento. Spero di risentirci per condividere una gioia, Ce lo auguro con tutto il cuore!

  11. Anche io spero di non leggerlo, quel post..ma nel frattempo ti sono vicina nella negatività e nel pessimismo..perchè sarà la primavera che ci scombussola, ma anch’io mi ritrovo a fare i tuoi stessi identici ragionamenti……non posso credere che sia solo la Botta di culo..eppure più passa il tempo e più l’evidenza mi dice che è così….e non mi dò pace….ti abbraccio Eva, sono con te!!!!!!

  12. Ti sono vicina sempre e comunque!Credo sia normale la negatività ed il pessimismo per chi, come noi, deve lottare per qualcosa che dovrebbe essere un nostro sacrosanto diritto…Sapere che non sei sola non credo proprio che ti consoli più di tanto ma io continuo ad incrociare e non farò che pensarti fino a Venerdì!
    Io Mercoledì ho i tamponi e Giovedì pipelle per, spero, favorire l’impianto…Il 18 Aprile si avvicina e che il cielo mi aiuti perchè anche io comincio a crederci sempre meno!

    Un abbraccio con tutto il cuore!

  13. E’ molto importante che tu mantenga la calma, lo stress non aiuta, la negatività è un deterrente. Cerca di positivizzare tutto anche i pensieri e se puoi fai dello yoga, è un metodo straordinario per la mente. Continua a crederci e non mollare.

  14. Ciao, non sono sicura di aver capito a quale venerdì ti riferivi, ma sbaglio o è quello trascorso? Spero di si, spero ci siano belle notizie. La speranza è la cosa che mi manca di più, da quando ho iniziato questa via crucis (speranza sostituita da paura di sperare). la gente “normale” è spietata e ti chiede sempre di essere positiva, di reagire e non perdere la speranza…ma come cavolo si fa? è la prima volta che metto nero su bianco la mia posizione sulla “faccenda”…
    Che il Culo sia con te!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...