La mia storia · Riflessioni

Orgoglio sterile

Ragazze, sappiatelo: chi ha un marito/compagno che, come il mio, ha spermini brutti e cattivi, oppure chi tra di voi ha le tube chiuse, o impervie, o gli ovociti scadenti o le ovaie malfunzionanti… Sappitelo, siete anormali. Sì, non potete avere figli, non potete continuare la specie, quindi siete anormali.

E se per caso decidete di ricorrere alla PMA, apriti Cielo! Invece di vergognarvi per la vostra anormalità e vivere ai margini della società a capo chino, cercate addirittura di porre rimedio al vostro problema, andando contro la Sacra Madre Natura (quella che fa concepire figli ai tossicodipendenti e a sedicenni strafatti nei luridi bagni di una discoteca ma non ad adulti capaci e desiderosi di amare).

Siete – siamo – doppiamente anormali!

Oggi, aprendo come ogni mattina il sito del Corriere della Sera, dopo aver letto la bellissima notizia della probabile ricandidatura di Berlusconi, mi sono imbattuta in questo affascinante articolo.

Se non avete voglia di leggerlo, ve lo riassumo in due parole: il manuale dei carabinieri inserisce l’omosessualità tra le degenerazioni sessuali, al pari dell’incesto, della zoofilia, della necrofilia. Insomma, un uomo che ama un altro uomo, o una donna che ama un’altra donna, nel nostro brillante Paese è visto/a al pari di un pervertito che va con uno della sua famiglia, che si accoppia con un animale, che stupra un cadavere.

Già la mia stima per le forze dell’ordine di questo Paese non era particolarmente alta (vedi casi di Giuseppe Uva, di Federico Aldrovandi, ecce cc), ma ora… Non ho parole.

Ho sempre rispettato e difeso i gay con tutte le mie forze dall’ignoranza e cattiveria della gente . Cosa cavolo me ne importa delle preferenze sessuali e affettive di un’altra persona? Fa forse del male a me o ai miei cari?

Detesto la gente sempre pronta a giudicare. Sei gay? Allora sei un pervertito e probabilmente anche pedofilo.

Sei lesbica? Meglio tacere. Le lesbiche vanno bene solo nei film porno. Nel mondo reale non si possono nemmeno permettere di fare coming out.

Solitamente le critiche, il disgusto, provengono da uomini che si professano “normali”, sposati in chiesa e – apparentemente- devoti cattolici, salvo poi andare con le prostitute…

Voi direte: ma cosa c’entra questo con noi? C’entra, c’entra. Eccome se c’entra.

Quello che più mi ha sconvolto di questo articolo sono alcuni commenti dei lettori. Vi riporto i più shoccanti:

Il nostro Paese non fa figli e va verso l’ estinzione

11.07|08:59 -indomito-

è evidente la follia nel non voler sostenere la natalità e la famiglia, l’ unica che può perpetuare la società. Ci si preoccupa invece di surrogati di famiglia o aberrazioni. Alla fine quando la nostra società sarà ormai estinta avremo un paese islamico. Il quale probabilmente tratterà gli omosessuali in maniera ben diversa…

Quello che per i nostri padri era anormale perché dovrebbe essere normale oggi?

11.07|08:49 Lettore_2603298

Quello che per i nostri padri era anormale perché dovrebbe essere normale oggi? La società dei nostri padri era ordinata e ci ha portato al progresso economico. Questa società del disordine ci sta portando alla crisi. Il fatto stesso che si faccia tutto questo polverone per una definizione di un manuale testimonia il livello di degenerazione dell’intera società, che si preoccupa più degli omosessuali che di una incombente povertà di massa.

Gay? meglio omosessuali

11.07|08:28 nonnopaolo

concordo con Carlo. chiamiamo le cose con il loro nome. ognuno è libero di fare ciò che vuole o la sua indole lo porta a compiere nel campo sessuale ma la normalità è ciò che la natura ci fa compiere per la continuazione della specie

A ME SEMBRA CHE SI STIA ESAGERANDO

11.07|08:03 carlol

Che si sia messo al bando il pregiudizio sulla omosessualità e che si possa tranquillamente vivere la propria omosessualità è una grande conquista, ma da questo all’orgoglio gay o che si tenti di far passare l’omosessualità come una cosa da ostentare e di cui andare fieri ed indicarla come “normale” mi sembra eccessivo:la normalità credo sia quella secondo natura,quella che porta alla continuazione della specie.Credo che sarebbe come dire, per esempio, che uno senza gambe sia normale.Insomma ho l’impressione che sia una ipocrita forzatura.

Come ha detto il gentilissimo sig. Carlol, un gay è anormale, così come un uomo senza gambe.

Quindi, aggiungo io, di conseguenza anche una donna priva di ovociti o tube o un uomo senza spermatozoi è anormale.

Forse qualcuno potrebbe obiettare che essere sterili o gay sono due cose ben diverse. Beh, secondo me non è così. Loro non hanno deciso di essere gay, così come noi non abbiamo deciso di non poter avere figli. E’ la nostra natura. E noto sempre di più che la gente ha la stessa reazione davanti ad un gay, ad un uomo o una donna sterile o ad una persona con qualche handicap: compatimento, un po’ di fastidio, ribrezzo e vergogna.

Come se fossimo dei mostri.

E sapete che vi dico?

Piuttosto che essere normale come i loschi figuri di cui sopra, preferisco di gran lunga essere considerata anormale. Cazzo, se lo preferisco!

Annunci

4 thoughts on “Orgoglio sterile

  1. Concordo Eva…ma un sacco di gente non ci sta con la testa, troppe ne sento e ne sentiremo ancora, l’importante è avere i propri valori belli saldi.
    Però parlarne è sempre utile. Kiki

  2. Mi rendo conto che l’argomento è molto molto delicato, come far giocare un bambino con la nitroglicerina, però…. pur essendo di ampie vedute, non vedo tanta cattiveria nell’ultimo commento, quello di Carlo. Mi spiego… è sicuramente sbagliato tacciare di anormalità un omosessuale, uomo o donna che siano. Trovo aberrante sentire certe cose, però… se si sta parlando di riproduzione e di gravidanze o di continuazione della specie, penso che il suo concetto non sia del tutto insensato. Indelicato magari, trovo assolutamente sbagliato il modo di esprimerlo e di esprimersi, ma se si parla di “si devono fare figli altrimenti richiano l’estinzione (per esagerare eh)…!” credo che il concetto espresso sia corretto. Due uomini o due donne che si amano, hanno gli uguali diritti e doveri di una coppia etereo, devono potersi amare e l’amore è uguale per tutti…. ma tecnicamente, biologicamente e fisicamente, non possono far continuare la specie!
    Spero di essermi spiegata e che tu non possa fraintendere quel che ho scritto. Non ritengo i gay o le lescbiche anormali, assolutamente no, ma se parliamo di riproduzione…. loro sono fuori gioco. Ovvio che poi ci sono i centri PMA, che i figli si posson fare in altro modo (e giuro che io mi sento normalissima, sfigata magari, ma normale) ed è anche altrettanto ovvio che ci siano branchi di ignoranti indegni, ma il mondo è bello perchè è… avariato!

    1. Il mondo è veramente avariato! Comunque certo, ho capito il tuo discorso, e in quel senso è giusto. E’ che quei commenti mi sono sembrati talmente stupidi e limitati che mi hanno fatta veramente infuriare. Ma certo che noi siamo normali, anche con qualche problemino a procreare, ci mancherebbe altro 😉 Quello che volevo dire è che troppo spesso le persone (ignoranti) tendono ad additare e a giudicare chiunque sia in un qualche modo diverso da loro, chiunque abbia un problema, chiunque non riescano a capire.
      E così come i gay vengono attaccati, spesso anche le coppie che ricorrono alla PMA subiscono lo stesso trattamento. In tutti e due i casi la gente che giudica non sa niente di quello che sta giudicando e, soprattutto, ignorano il fatto che un uomo che ama un altro uomo o una coppia con problemi d’infertilità che ricorre alla PMA non fanno del male a nessuno, ma che vogliono solamente amare in santa pace!
      Questo mi da fastidio… Qualsiasi cosa che esuli leggermente dalla normalità viene vista come una mostruosità!

  3. Si su questo ti do perfettamente ragione. IO vengo da una famiglia dove purtroppo i gay vengono visti come mostri a due teste. Mi spiace ammetterlo, ma su questa cosa mia madre è ignorante come pochi. Li offende e li guarda in modo schifato. E’ una cosa che detesto e per cui abbiamo discusso tante volte. Mi sono resa conto, dopo un po’, che le persone così sono quelle LIMITATE, quelle che del mondo hai visto poco o nulla. Io non so perchè, ma sono venuta su con un’altra testa e un’altra idea. Forse me ne sono fatta una da sola, senza dar retta alle invettive dei miei. E mi ritengo fortunata. Però hai detto tu stessa…. le persone ignoranti, fanno questi ragionamenti, hanno una pochezza interiore imbarazzante… per questo motivo, non vanno nemmeno prese in considerazione e le si deve lasciare nelle loro basse convinzioni. Te lo dice una che battaglia tutte le volte che a casa mia si parla di omosessuali o ebrei. O chiudo le orecchie, o esco dalla stanza….

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...